home e-mail News Cultura Medicina Varie Indice

- Salvestrini Alimentazione Ambiente Animali Eutanasia Grandi argomenti Case chiuse, prostituzione... Case chiuse; progetto Merlin... Clonazione umana -... Italia multietnica... La nuova vita di un medico paz... Malattie mentali: una realtÓ... Medicina (La) cinese... Medicina cinese... Medicine alternative... Onore al lavoro... Professione mamma... Progetto Sartori, lavoro 35 or... Riforma Biagi... Stragi del sabato sera... Stragi e velocitÓ... Igiene Religione Romagna Varie Vendita

Medicina o made in Cina?

Daniele Franchini

C'è una parola che non mi piace quando è usata come aggettivo della medicina: ALTERNATIVA!
Alternativo significa invece di, in luogo di, piuttosto che. Per quanto riguarda la Medicina, la parola "alternativa" viene usata per dire che la "Medicina cinese" con i suoi innumerevoli derivati, può risolvere, anzi risolve, tanti problemi sanitari legati all'Uomo, meglio della "Medicina occidentale" o "Medicina tradizionale".

La Medicina alternativa, a mio parere non esiste; non esistono una Medicina tradizionale ed una cinese; di Medicine ce n'è una sola, perché "medicina" significa "curare l'uomo", o addirittura, in senso più esteso significa "curare" e basta!
Per ottenere questo, possono essere usati vari metodi e sistemi, perché esistono diversi mezzi. Il medico dispone di una serie di elementi intellettuali e strumentali con i quali, se convenientemente usati, può, raggiungere la diagnosi, cioè scoprire e definire di che cosa sia affetto quel dato individuo; in seguito il medico dispone di un'altra lunga serie di mezzi personali e materiali, chimici o mecccanici, di origine naturale o artificiale, con i quali può, se usati in modo corretto e con l'aiuto di Dio, risolvere quella malattia, quindi curare e guarire l'individuo.
Fra tutti questi mezzi ci sono i farmaci, le erbe, le macchine per terapie fisiche, c'è lo chirurgia, (cioè la mano dell'uomo), ma ci sono anche l'agopuntura, la mesoterapia, l'omeopatia, la chiroprassi, (ancora la mano dell'uomo) ed altri mezzi o metodi terapeutici che possono. in determinati casi ed a particolari condizioni, curare le malattie.

Un'altra caratteristica che si vorrebbe esclusiva delle Medicine alternative, sarebbe lo studio dell'Uomo nella sua unità psicofisica ed individualità soggettiva; ciò è inesatto perché la Medicina tradizionale, ha sempre fatto la stessa cosa da Ippocrate a questa parte.
Allora, qual'è il problema? Per me il problema non esiste! O meglio!

Il problema non esisterebbe se si rispettassero le regole del gioco, anzi le regole dell'esercizio delle professioni. Per esercitare la Medicina si devono conseguire laurea ed abilitazione, imposte e controllate dallo Stato; si ottiene in tal modo, l'autorizzazione ad esercitare una professione con tutti i suoi oneri ed onori, con le sue responsabilità civili e penali, con gli obblighi tributari ed anche con i giusti benefici economici.
Il problema quindi, sta nella condizione che, per esercitare la Medicina, usando qualsiasi mezzo lecito di diagnosi e terapia a disposizione, si deve essere medici, laureati ed abilitati.

Non esiste quindi una MEDICINA ALTERNATIVA, ma esistono mezzi alternativi per svolgere una professione unica, dedicata al benessere dell'UOMO, nella sua integrità psichica e fisica.

La impostazione di www.pillole.com è basata sul dialogo e sulla libertà di esprimersi con rispetto del prossimo: attendo quindi interventi obiettivi e costruttivi in merito.

Webmaster
Daniele Franchini